CAMBIAMENTI BLOG-Studi Biblici 14-15 Aprile 2008

7e924c4862aa2e9b5caa9dd4f43be235.gif

Dal 20 Aprile 2008

 in questo Blog non verranno più manifestate le attività interne

 

(Studi Biblici,

 Culti di Adorazione,

Preghiere

f8a88ba8a403c2bd5fc03e4aee5755af.jpg

 etc…)

delle comunità Cristiane Evangeliche in Casa di Castrocaro Terme e Imola che saranno poste in http://evangeloincasa.myblog.it

mentre qui pubblicheremo invece le attività esterne come

Evangelizzazioni,

Concerti,

Conferenze e

altre Iniziative Pubbliche

di Testimonianza Cristiana

1462880bcc235c50874a410532780076.jpg

————————————————————————————-

 

STUDI BIBLICI

Comunità Cristiane Evangeliche

di Castrocaro Terme

(Martedì 15 Aprile 2008)

su Colossesi 3:20-21

20 Figli, ubbidite ai vostri genitori in ogni cosa, poiché questo è gradito al Signore.
21 Padri, non irritate i vostri figli, affinché non si scoraggino.

 

Efesini 6:1-4

Genitori e figli
=Cl 3:20-21 (De 5:16; 27:16; Pr 6:20)(De 6:6-7, 20-25; Sl 78:5-7)
1 Figli, ubbidite nel Signore ai vostri genitori, perché ciò è giusto. 2 «Onora tuo padre e tua madre» (questo è il primo comandamento con promessa) 3 «affinché tu sia felice e abbia lunga vita sulla terra».
4 E voi, padri, non irritate i vostri figli, ma allevateli nella disciplina e nell’istruzione del Signore.

Proverbi 1:8-9

8 Ascolta, figlio mio, l’istruzione di tuo padre
e non rifiutare l’insegnamento di tua madre;
9 poiché saranno una corona di grazia sul tuo capo
e monili al tuo collo.

Proverbi 4:1

La saggezza si acquista
Pr 2; 3:1-26
Figlioli, ascoltate l’istruzione di un padre,
state attenti a imparare il discernimento;

Proverbi 6:20-22

 

L’adulterio
Pr 5; 7
20 Figlio mio, osserva i precetti di tuo padre,
e non trascurare gli insegnamenti di tua madre;
21 tienili sempre legati al cuore
e attaccati al collo.
22 Quando camminerai, ti guideranno;
quando dormirai, veglieranno su di te;
al tuo risveglio ti parleranno.

Proverbi 22:6

Insegna al ragazzo la condotta che deve tenere;
anche quando sarà vecchio non se ne allontanerà.

e Imola (Lunedì 14 Aprile 2008 )

condotto da Paolo Pattuelli sull’

ESODO

Esodo 15:11-18

11 Chi è pari a te fra gli dèi, o SIGNORE?
Chi è pari a te, splendido nella tua santità,
tremendo anche a chi ti loda,
operatore di prodigi?
12 Tu hai steso la destra,
la terra li ha ingoiati.
13 Tu hai condotto con la tua bontà
il popolo che hai riscattato;
l’hai guidato con la tua potenza
alla tua santa dimora.
14 I popoli lo hanno udito e tremano.
L’angoscia ha colto gli abitanti della Filistia.
15 Già sono smarriti i capi di Edom,
il tremito prende i potenti di Moab,
tutti gli abitanti di Canaan vengono meno.
16 Spavento e terrore piomberà su di loro.
Per la forza del tuo braccio
diventeranno muti come una pietra,
finché il tuo popolo, o SIGNORE, sia passato,
finché sia passato il popolo che ti sei acquistato.
17 Tu li introdurrai e li pianterai sul monte che ti appartiene,
nel luogo che hai preparato, o SIGNORE, per tua dimora,
nel santuario che le tue mani, o Signore, hanno stabilito.
18 Il SIGNORE regnerà per sempre, in eterno».

Esodo 19:4-6

4 “Voi avete visto quello che ho fatto agli Egiziani e come vi ho portato sopra ali d’aquila e vi ho condotti a me. 5 Dunque, se ubbidite davvero alla mia voce e osservate il mio patto, sarete fra tutti i popoli il mio tesoro particolare; poiché tutta la terra è mia; 6 e mi sarete un regno di sacerdoti, una nazione santa”. Queste sono le parole che dirai ai figli d’Israele».

Esodo 20:1-17

I dieci comandamenti
De 5:2-22 (Mt 5:17-48; 22:35-40; Ro 13:8-10) Gv 1:17
1 Allora Dio pronunziò tutte queste parole:
2 «Io sono il SIGNORE, il tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla casa di schiavitù.
3 Non avere altri dèi oltre a me.
4 Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. 5 Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il SIGNORE, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l’iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, 6 e uso bontà, fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.
7 Non pronunciare il nome del SIGNORE, Dio tuo, invano; perché il SIGNORE non riterrà innocente chi pronuncia il suo nome invano.
8 Ricòrdati del giorno del riposo per santificarlo. 9 Lavora sei giorni e fa’ tutto il tuo lavoro, 10 ma il settimo è giorno di riposo, consacrato al SIGNORE Dio tuo; non fare in esso nessun lavoro ordinario, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo servo, né la tua serva, né il tuo bestiame, né lo straniero che abita nella tua città; 11 poiché in sei giorni il SIGNORE fece i cieli, la terra, il mare e tutto ciò che è in essi, e si riposò il settimo giorno; perciò il SIGNORE ha benedetto il giorno del riposo e lo ha santificato.
12 Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che il SIGNORE, il tuo Dio, ti dà.
13 Non uccidere.
14 Non commettere adulterio.
15 Non rubare.
16 Non attestare il falso contro il tuo prossimo.
17 Non desiderare la casa del tuo prossimo; non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna del tuo prossimo».



CAMBIAMENTI BLOG-Studi Biblici 14-15 Aprile 2008ultima modifica: 2008-04-16T21:45:00+00:00da evangelicofree
Reposta per primo quest’articolo